QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

PRIMA RIUNIONE CONGIUNTA ORGANI ASSOCIAZIONI AGRICOLE COOPERATIVE EMILIA ROMAGNA

Si è svolta in questi giorni a Bologna e ha visto la presentazione del protocollo di intesa che dovrà essere approvato dagli organi orizzontali delle centrali cooperative

PRIMA RIUNIONE CONGIUNTA ORGANI ASSOCIAZIONI AGRICOLE COOPERATIVE EMILIA ROMAGNA

A Bologna si è tenuta la prima riunione congiunta degli organi di Agci Agrital Emilia Romagna, Fedagri Emilia Romagna e Legacoop Agroalimentare Nord Italia quale primo importante momento nel percorso dell'ACI Agroalimentare regionale.

Dopo l'illustrazione del protocollo d'intesa che dovrà essere approvato dagli organi orizzontali delle centrali cooperative, alla presenza dei presidenti nazionali di Fedagri Confcooperative Giorgio Mercuri e di Legacoop Agroalimentare Giovanni Luppi, sono state presentate alcune linee di lavoro comune.

Queste vedranno in particolare l'intensificazione delle riunioni degli organi settoriali con riferimento soprattutto ai comparti lattiero caseario e vitivinicolo, con l'intento di condividere politiche di integrazione politica e organizzativa che possano favorire il rafforzamento del ruolo e della presenza della cooperazione nei territori con ricadute positive sul piano economico e delle prospettive produttive sui cooperatori. Alla presenza dell'assessore regionale all'Agricoltura Simona Caselli, si è svolto un altro momento significativo, vale a dire la presentazione di alcune cooperative ai giovani cooperatori, e non solo, con l'obiettivo di creare coinvolgimento di energie nuove e motivate all'interno delle imprese cooperative.

Il settore cooperativo agroalimentare in Emilia Romagna vale 13,2 miliardi di fatturato realizzato da 694 cooperative con una dimensione media delle imprese pari a 19,2 milioni di euro. Sul totale nazionale, l'Emilia Romagna rappresenta il 38% del fatturato ed il 15% delle imprese cooperative.