QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

PAC, AGRINSIEME: 'BENE MINISTRO MARTINA SU NECESSITA' RIVEDERE PAC'

Il Coordinatore Giorgio Mercuri: l'attuale strumento normativo della Pac non riesce più di fatto a dare risposte agli imprenditori agricoli e andrebbe ripensato

PAC, AGRINSIEME:

“Apprezzamento e condivisione per le affermazioni fatte in Aula dal ministro Martina sulla necessità di revisione della Politica agricola comune sono stati espressi da Agrinsieme. “Come ha ben sostenuto il Ministro delle Politiche Agricole nella sua audizione di ieri alla Camera dei deputati - spiega il Coordinatore di Agrinsieme Giorgio Mercuri – l'attuale strumento normativo della Pac non riesce più di fatto a dare risposte agli imprenditori agricoli e andrebbe ripensato ‘per chi produce e non per chi possiede'. L'impianto generale, basato su due pilastri, che era stato pensato tanti anni fa, si sta di fatto dimostrando inadeguato a fronteggiare il contesto profondamente mutato, sia a livello europeo che internazionale in cui operano le imprese”.

Condivisibile è inoltre la considerazione espressa dal ministro sulla complessità delle procedure delle cosiddette misure ambientali, che vanno decisamente semplificate. “Le pratiche per accedere ai finanziamenti del greening - spiega Mercuri - hanno meccanismi molto complicati e farraginosi, senza considerare che i loro benefici in termini di impatto ambientale sono ancora da dimostrare”.

Apprezzato, infine, da Agrinsieme è il passaggio in cui il Ministro ha fatto riferimento agli strumenti di gestione del rischio, che dovrebbero essere migliorati, modificandone alcuni elementi essenziali. “La futura Pac dovrebbe anche puntare sull'aggregazione – commenta Mercuri – rafforzando gli strumenti attualmente previsti, che hanno dimostrato la loro validità.”

***

Agrinsieme è costituita dalle organizzazioni professionali Cia, Confagricoltura, Copagri e dalle centrali cooperative Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare e Agci Agrital, a loro volta riunite nella sigla Alleanza Cooperative Italiane – Settore Agroalimentare. Il coordinamento Agrinsieme rappresenta oltre i 2/3 delle aziende agricole italiane, il 60% del valore della produzione agricola e della superficie nazionale coltivata, oltre 800mila persone occupate nelle imprese rappresentate.