QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

DA NEW YORK PER CONOSCERE LA COOPERAZIONE, LA PROF. CATHERINE MOULDER IN VISITA A BOLOGNA

Specializzata in  politiche economiche e politiche del lavoro, si proponeva di approfondire il sistema cooperativo dell'Emilia-Romagna.

DA NEW YORK PER CONOSCERE LA COOPERAZIONE, LA PROF. CATHERINE MOULDER IN VISITA A BOLOGNA

Continuano le presenze di ospiti internazionali all'interno del sistema Confcooperative Emilia Romagna. Negli ultimi giorni è toccato alla prof. Catherine Moulder, docente di Economia al John Jay College of Criminal Justice-CUNY di New York, specializzata in  politiche economiche e politiche del lavoro, in visita a Bologna per approfondire il sistema cooperativo dell'Emilia-Romagna.

Martedì 20 febbraio Davide Pieri, funzionario di Confcooperative Emilia Romagna, ha accolto la docente presso il Palazzo della Cooperazione di Bologna, illustrandole l'organizzazione ed i diversi settori in cui opera, e soffermandosi sulla particolare storia di questa  regione che ha fatto propri i valori cooperativi e le possibilità di sviluppo connesse all'economia di territorio.

In una seconda tappa, tenutasi il 26 febbraio, la nostra docente è stata ospite del locale “La Tiz” (dal dialetto bolognese “il fienile”) alle porte di Bologna, esperienza che nasce da un progetto educativo e produttivo della Cooperativa Sociale it2.

Ad accoglierla il vicepresidente della Cooperativa, Daniele Steccanella, che ha spiegato come la finalità di questa impresa sia quella di mettere insieme la qualità professionale di un servizio di ristorazione, con la creazione di un luogo dove poter costruire e valorizzare l'inclusione. I servizi di catering e ristorazione sono rivolti alle persone, alle aziende ed agli enti pubblici, vengono realizzati a qualsiasi livello, dal semplice ed informale al più raffinato ed elegante, portando avanti un interessante mix di educatori e lavoratori diversamente abili.

La docente è rimasta molto colpita dall'esperienza de “La Tiz”, sottolineando come una volta rientrata a New York avrebbe consigliato a tutti i colleghi di visitare questo spazio di ristorazione e socialità presente a Bologna.