QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

COOPERATIVE: NEL PERIODO 2007 - 2015 IL VALORE AGGIUNTO AUMENTA DEL 35,2%

L'analisi fa riferimento alle cooperative e ai loro consorzi iscritti nell'elenco nazionale delle aderenti a Confcooperative al 31 Dicembre 2015

COOPERATIVE: NEL PERIODO 2007 - 2015 IL VALORE AGGIUNTO AUMENTA DEL 35,2%

L'analisi effettuata sui bilanci disponibili per le cooperative aderenti a Confcooperative e attive nel periodo 2007‐2015 segnala un incremento complessivo del valore aggiunto prodotto pari al +35,2%. Di fatto, si segnala un tasso annuo sempre positivo nel periodo d'indagine. Tuttavia, nella prima parte dell'arco temporale di analisi la crescita è stata più sostenuta rispetto alla seconda metà dello stesso. In tal senso, tra il 2007 e il 2011, il valore aggiunto è aumentato del +20,2%, mentre, tra il 2011 e il 2015, la crescita si è attestata al +12,5%. In particolare, per l'aggregato delle 5.760 cooperative prese in esame, il totale del valore aggiunto prodotto si attestava a 5.579 milioni di Euro nel 2007, progrediva a 5.885 milioni di Euro nel 2008, saliva a 6.191 milioni di Euro nel 2009, raggiungeva 6.424 milioni di Euro nel 2010, si consolidava a 6.705 milioni di Euro nel 2011, cresceva a 6.838 milioni di Euro nel 2012, aumentava a 7.141 milioni di Euro nel 2013, balzava a 7.347 milioni di Euro nel 2014 fino ad arrivare a 7.543 milioni di Euro nel 2015.

Nello stesso periodo anche il costo del lavoro è cresciuto in tutte le annualità prese in esame. E, come per il valore aggiunto prodotto, si segnala un incremento più sostenuto nella prima metà del periodo considerato rispetto alla seconda parte. Tuttavia, la crescita dei costi del personale è stata più vigorosa rispetto a quella del valore aggiunto prodotto in entrambi gli intervalli di riferimento. Nel complesso, tra il 2007 e il 2015 i costi del personale sono saliti del +43%, contro il +35,2% registrato, nel medesimo periodo, dal valore aggiunto.

Di fatto, nel periodo 2007‐2015, a fronte di una accelerazione dei costi del personale superiore a quella del valore aggiunto prodotto, il rapporto tra valore aggiunto e costi del personale, un indicatore (implicito) della produttvità, è sceso dal 125,8% del 2007 al 119% del 2015. In altri termini, nel 2007 con 100 Euro di costi del personale le cooperative hanno prodotto quasi 126 Euro di valore aggiunto, rispetto ai 119 Euro prodotti nel 2015.

Su base territoriale, quasi l'84,2% dell'ammontare totale di incremento di valore aggiunto prodotto dalle cooperative attive nel periodo 2007‐2015, pari a 1.964 milioni di Euro, fa riferimento al Nord. Il 9,1% al Centro e il restante 6,8% al Sud e Isole. Per quanto riguarda i costi del personale, l'83,8% dell'ammontare totale dell'incremento registrato nel periodo 2007‐2015, pari a 1.905 milioni di Euro, fa riferimento al Nord. Il 9,8% al Centro e il restante 6,4% al Sud e Isole. Tra il 2007 e il 2015, in tutte le macro aree territoriali, i costi del personale sono cresciuti in misura maggiore rispetto al valore aggiunto prodotto. Al Nord si segnala l'incremento più consistente sia del valore aggiunto (+37,3%) sia dei costi del personale (+45,9%). Al Centro, invece, si evidenzia l'aumento più contenuto per entrambi gli indicatori monitorati (rispettivamente +23,8% il valore aggiunto e +29,1% i costi del personale).

Sul lato della dimensione d'impresa, quasi il 48,4% dell'ammontare totale di incremento di valore aggiunto prodotto nel periodo 2007‐2015, pari a 1.964 milioni di Euro, fa riferimento alle grandi cooperative (individuate attraverso i parametri U.E per le PMI). Il 36,6% alle medie cooperative e il restante 15,1% alle piccole. Per quanto riguarda i costi del personale, il 50,8% dell'ammontare totale dell'incremento registrato nel periodo 2007‐2015, pari a 1.905 milioni di Euro, fa riferimento alle grandi cooperative. Il 34,8% alle medie e il restante 15,2% alle piccole. Le micro cooperative, invece, hanno registrato una erosione di ammontare per entrambi gli indicatori.

Tra il 2007 e il 2015, sia tra le grandi sia tra le medie sia tra le piccole cooperative i costi del personale sono cresciuti di più rispetto al valore aggiunto prodotto. Nelle medie cooperative il valore aggiunto registra la performance migliore (+44,2%). Mentre, tra le grandi, i costi del personale sono cresciuti di più (+47,7%) rispetto alle altre dimensioni d'impresa. Nelle micro cooperative alla diminuzione di oltre un quarto di valore aggiunto prodotto corrisponde una riduzione dell'ammontare totale del costo del personale pari al 10,7%.

Sotto il profilo settoriale, il 54,6% dell'ammontare totale di incremento di valore aggiunto prodotto nel periodo 2007‐2015, pari a 1.964 milioni di Euro, fa riferimento alla cooperazione sociale. Il 24,7% alla cooperazione agricola, il 19,7% alle cooperative di produzione e lavoro e il restante 1% agli altri comparti (dove si segnala una caduta del valore aggiunto nella cooperazione di abitazione). Per quanto riguarda i costi del personale, il 53,2% dell'ammontare totale dell'incremento registrato nel periodo 2007‐2015, pari a 1.905 milioni di Euro, fa riferimento al sociale. Il 21,8% alla p.l., il 21,1% all'agricolo e il restante 3,9% agli altri settori. Tra il 2007 e il 2015, in tutti i macro settori, i costi del personale sono cresciuti di più rispetto al valore aggiunto prodotto. Nella cooperazione sociale il valore aggiunto registra una performance di gran lunga più brillante (+65,7%) rispetto agli altri ambiti operativi. Tra le sociali, inoltre, è più contenuto (in particolare, tra le cooperative sociali di tipo A), rispetto agli altri settori, lo scarto tra l'incremento dei costi del personale e quello del valore aggiunto. Nel complesso, nella cooperazione di produzione e lavoro, a fronte di un incremento del valore aggiunto pari a +24,7%, i costi del personale sono saliti del +30,5%.

 

L'analisi sulle dinamiche relative al valore aggiunto prodotto e al totale del costo del lavoro fa riferimento alle cooperative e ai loro consorzi iscritti nell'elenco nazionale delle aderenti al 31 Dicembre 2015. I risultati relativi alla performance, tra il 2007 e il 2015, fanno riferimento a un totale di 5.760 cooperative aderenti e attive nel periodo in esame, di cui si dispone (al 7 Ottobre 2016) della serie storica completa dei bilanci (singoli e non consolidati) relativi agli esercizi sociali 2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013-2014- 2015. Sono escluse dall'analisi le cooperative che operano nel settore del Credito e delle Assicurazioni (elaborazioni: archivi nazionali Confcooperative, banca dati Aida Bureau Van Dijk).