QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

A BOLOGNA I GIOVANI APRONO I CANTIERI DEL TERZO SETTORE

150 ragazzi provenienti da tutta Italia e aderenti alle organizzazioni associate al Forum Nazionale del Terzo Settore si sono incontrati e confrontati sul tema del loro futuro

 

A BOLOGNA I GIOVANI APRONO I CANTIERI DEL TERZO SETTORE

Il 6 e 7 ottobre scorsi, a Bologna, presso l'Opificio Golinelli, in occasione dell'11° compleanno della Fondazione CON IL SUD, 150 giovani provenienti da tutta Italia e aderenti alle organizzazioni associate al Forum Nazionale del Terzo Settore si sono incontrati e confrontati sul tema del loro futuro. Quattro i “Cantieri di design sociale”, nell'ambito dell'evento RiGenerazione Non Profit, che li hanno visti protagonisti: lavoro e redditoinnovazione culturale-innovazione sociale; identità multiculturaliinformazione e uso consapevole dei nuovi media. Su questi argomenti, gli under 35 hanno riflettuto facendo emergere punti di vista, criticità e scenari desiderabili, in un significativo esercizio di intelligenza collettiva che è stato raccolto in un Instant book, che andrà ad arricchire l'Agenda 2018 del Forum con gli stimoli delle nuove generazioni del Terzo settore. 

Vari gli spunti raccolti: i giovani partecipanti hanno individuato il bisogno di costruzione di relazioni sociali e di una migliore qualità della vita come principali aspirazioni delle comunità di oggi; l'innovazione sociale è intesa come potenziale bacino di risposte per le crescenti disuguaglianze e fragilità delle persone. Ricerca, innovazione e sviluppo sono emersi come investimenti necessari per il futuro, accompagnati da una riallocazione dell'economia all'interno delle comunità locali. Sul tema della tecnologia e dei nuovi mezzi di comunicazione, le valutazioni dei giovani non sono state univoche: se da una parte si mette in risalto la capacità dei media di diffondere la conoscenza anche delle piccole realtà e di svolgere un servizio utile alla collettività, dall'altra la disinformazione che circola sul Terzo settore conduce a una partecipazione superficiale. Infine la multiculturalità: vista in stretta relazione con il Terzo settore, è in grado di produrre voglia di conoscenza e di solidarietà, oltre a introdurre nuovi bisogni e nuovi diritti.

Il percorso di “contaminazione intergenerazionale” del Forum Terzo Settore proseguirà anche dopo Bologna: i Cantieri del Terzo settore rimarranno aperti. Il prossimo appuntamento è per il 14 dicembre, in occasione dei festeggiamenti dei 20 anni del Forum.

Per leggere e scaricare l'Instant bookedizione III – 14 ottobre 2017_LIGHT