QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

AGRINSIEME EMILIA ROMAGNA ADERISCE AL PATTO PER LO ZUCCHERO ITALIANO

Si impegna a rendere visibile una filiera importante per il territorio e le persone che ci lavorano

AGRINSIEME EMILIA ROMAGNA ADERISCE AL PATTO PER LO ZUCCHERO ITALIANO

Il calo “verticale” del prezzo dello zucchero (- 40% negli ultimi 10 mesi) rischia di  mettere in forte crisi l'ultimo produttore italiano di zucchero, la Cooperativa produttori bieticoli, la Coprob di Minerbio. La fine del regime delle quote di produzione di zucchero, mette in grave difficoltà le aziende del settore bieticolo-saccarifero italiano: il fabbisogno di zucchero in Europa è di 17 milioni di tonnellate all'anno dei quali ben 1,7 mln in Italia paese che produce ogni anno, 300 mila tonnellate di zucchero pari a circa il 20 % del fabbisogno nazionale. Già i primi effetti della riforma avevano portato a una maggiore liberalizzazione della produzione e degli scambi con la conseguente chiusura in Europa di 100 zuccherifici su 180; In Italia restano 3 zuccherifici di cui 2 della Coprob, società che a febbraio ha chiesto lo stato di crisi del settore bieticolo saccarifero. L'applicazione dell'ultima fase della riforma del 2005, sta producendo l'ultimo effetto programmato: l'eliminazione dal mercato dei superstiti produttori mediterranei, con l'obiettivo di concentrare la produzione zucchero in un oligopolio franco tedesco (alla stregua di quanto tentato nel settore latte). Agrinsieme Emilia Romagna sostiene la campagna di raccolta firme, lanciata da COPROB tra aziende agricole e consumatori, per creare un patto di filiera con l'industria alimentare e la grande distribuzione organizzata con il sostegno istituzionale delle Regioni Emilia Romagna e Veneto e, auspicabilmente, del Governo Italiano. L'obiettivo di questa azione è la definizione di un Piano Nazionale di settore di portata strategica e teso a dare continuità alla produzione bieticola italiana, attraverso un'adeguata valorizzazione commerciale dello zucchero 100% italiano. Puntare sulle filiere bieticolo-saccarifere del nostro Paese è un passo necessario per la tutela del Made in Italy e della agricoltura nazionale. Agrinsieme Emilia Romagna s'impegna a firmare il patto per lo Zucchero Italiano e si impegna a rendere visibile una filiera importante per il territorio e le persone che ci lavorano.