QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

UN LUOGO DI CONFRONTO TRA CATTOLICI IMPEGNATI NEL LAVORO, NELL'IMPRESA, NEL SOCIALE E NELLE ISTITUZIONI

L'obiettivo dell'evento, rivolto al mondo economico ferrarese, svoltosi martedì 10 ottobre scorso  alla “Casa Cini” dal titolo “Per fare cose nuove occorrono uomini nuovi” 

UN LUOGO DI CONFRONTO TRA CATTOLICI IMPEGNATI NEL LAVORO, NELL

La Diocesi di Ferrara, Confcooperative Ferrara, Ferrara Bene Comune, l'UCID Emilia Romagna e il Festival di Dottrina Sociale hanno organizzato un evento, rivolto al mondo economico ferrarese, martedì 10 ottobre scorso  alla “Casa Cini” dal titolo “Per fare cose nuove occorrono uomini nuovi” .

L'obiettivo è creare a Ferrara un luogo di confronto tra cattolici impegnati nel lavoro, nell'impresa, nel sociale e nelle istituzioni pubbliche, che hanno come finalità la costruzione del bene comune e trovano nella Dottrina Sociale della Chiesa l'elemento ispiratore e il punto unitario per l'azione e le scelte. Individui forti hanno bisogno di forti strutture intermedie per agire efficacemente nel mondo.

Per fare cose nuove serve una nuova modalità di “relazione”, serve una rete a maglie strette, serve l'ascolto e il confronto. E serve sopratutto curare i rapporti tra le persone, ascoltarne i bisogni, le idee e anche i sogni ed i valori che stanno alla base di tutto questo. Perchè le idee cambiano, ma i valori, quelli fondanti quelli della Dottrina Sociale, del buon lavoro, dello stare insieme, questo no, restano uguali” ha dichiarato il Presidente di Confcooperative Ferrara Roberto Crosara.

Con parole precise ed efficaci che hanno lasciato il segno Gian Carlo Perego il Vescovo di Ferrara e Comacchio presente a questo incontro molto partecipato ha spaziato su fede, etica, il primato della persona rispetto al capitale, il concetto di «solidarietà disinteressata» e quello di «un'etica che sia a favore dell'essere umano».  «Oggi c'è bisogno di uomini nuovi, di testimoni, di laici capaci di leggere le cose nuove dei nostri tempi coniugando impresa e socialità» ha dichiarato.

La cura dei rapporti, la cura del lavoro, e della comunità tutta, è il “tassello” che manca in questa epoca e in questa società di cui si devono far carico in particolare le imprese del territorio, rimettendo al centro la persona.

Abbiamo travato nel nuovo Vescovo di Ferrara una guida, un punto di riferimento. E sopratutto ora, quando il sistema economico, sociale e politico del nostra paese e della nostra regione si mostra spesso nei suoi limiti, nei suoi blocchi e si presenta a tratti evanescente, abbiamo trovato una guida, nella nebbia che contraddistingue questo territorio, è per noi una presenza importante al quale diamo, ancora una volta, il benvenuto”  ha dichiarato il Presidente Crosara.

Formare una solida coscienza sociale di ispirazione cristiana, abilitare le persone ad una presenza attiva sul territorio, sostenere l'impegno di tutti coloro che nella quotidianità e nel loro ambiente di vita assumono responsabilità e si spendono per il bene comune, promuovere un dialogo e una collaborazione con tutte le persone e i gruppi che operano per il bene comune; creare una rete sull'intero territorio nazionale tra i diversi soggetti che si ispirano alla Dottrina Sociale della Chiesa, sono i principi ispiratori di queste iniziative, un passo verso il futuro che ha già in cantiere progetti comuni e condivisi.