QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

'UN LAVORO CHE VALE DOPPIO', A PIACENZA SI PARLA DELL'INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE SVANTAGGIATE

Il tema al centro di un convegno organizzato da Confcooperative e dal Consorzio Sol.co per il 16 maggio (a partire dalle 9.45) nella Sala degli Arazzi alla Galleria Alberoni

“Un lavoro che vale doppio”. E non è solamente un'opinione, ma una certezza scientifica confermata da una accurata ricerca universitaria. E' questo il titolo del convegno organizzato da Confcooperative Piacenza e dal Consorzio Sol.co per il 16 maggio (a partire dalle 9.45) nella Sala degli Arazzi alla Galleria Alberoni, in cui si parlerà del valore economico e sociale generato dall'inserimento lavorativo di persone svantaggiate. «Ormai è assodato - spiega Pierangelo Solenghi del consorzio Sol.Co - quando una cooperativa sociale fa lavorare chi ha disabilità fisiche, mentali o sta uscendo da qualsiasi tipo di dipendenza, questo comporta un doppio vantaggio sia per il diretto interessato che  per la comunità».

Considerazione ribadita da un modello di valutazione economica chiamato “Valoris” che ha ottenuto riconoscimento dalla Comunità Europea. «Stiamo parlando di persone che avrebbero sicuramente difficoltà nel trovare lavoro in aziende “classiche”: grazie alle cooperative sociali invece si assicurano dignità e riscatto nella vita di tutti i giorni, contribuendo anche alla crescita economica del proprio territorio». Il vantaggio per le comunità locali è doppio: «Spesso sono uomini e donne che senza un'occupazione necessiterebbero di contributi erogati dallo Stato o dai Comuni. Va allo stesso modo considerato che chi ha avuto vite "difficili", senza un lavoro può ricadere in episodi di devianza, assicurando quindi loro un'opportunità, tutto il territorio ottiene un duplice beneficio».

La giornata di lavoro, in un convegno che ha valenza provinciale ed è aperto a tutti i cittadini, ha anche come obiettivo quello di sensibilizzare la pubblica amministrazione su ruolo e benefici delle coop sociali di Tipo B. Il programma prevede alle 9.45 il caffè di benvenuto, quindi i saluti e l'introduzione di Daniel Negri, Presidente di Confcooperative Piacenza, vedrà poi gli intervento del Sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, di Elisa Chiaf, direttrice del Centro studi Socialis dell'Università di Brescia che parlerà di “Modello Valoris: il valore sociale ed economico prodotto dalle cooperative sociali di tipo B di Piacenza”. Sergio Fuochi, già responsabile dell'Unità operativa acquisti e gare del Comune di Piacenza, interverrà sul tema “Gli affidamenti di lavori e servizi alle cooperative sociali di inserimento lavorativo”, mentre in chiusura è prevista la testimonianza di una cooperativa sociale di tipo B che opera sul nostro territorio.