QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

UNA COMUNITA' CHE INCLUDE. IL VALORE DEL TERRITORIO PER L'INCLUSIONE SOCIALE E LAVORATIVA

Il tema al centro di un convegno promosso dalla cooperativa sociale CEFF e in programma a Faenza venerdì 22 settembre presso la Sala del Consiglio Comunale in Piazza del Popolo

UNA COMUNITA

Venerdì 22 settembre alle 9.30 la cooperativa sociale Ceff Francesco Bandini di Faenza (inserimento lavorativo e formazione di persone con disabilità e in condizione di svantaggio), in collaborazione con la cooperativa sociale il Solco, promuove il convegno «UNA COMUNITA' CHE INCLUDE. Il valore del territorio per l'inserimento sociale e lavorativo e presentazione Bilancio Sociale 2016». L'evento si svolgerà nella Sala del consiglio comunale in piazza del Popolo 31 a Faenza.

Programma:

Ore 9.00 accredito partecipanti 

9,30 Saluto del Sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi

9.45 Il bilancio sociale 2016 e le prospettive di Ceff dopo i primi 40 anni

         Pier Domenico Laghi Presidente

10.30 Essere impresa di comunità: un nuovo approccio nei percorsi per le persone con

disabilità - Antonio Buzzi, Vicepresidente Confcooperative e Presidente Cooperativa sociale IL SOLCO

11.00 Coffee break

11.30 I clienti di CEFF: una risorsa per produrre valore per la comunità

11.45 La sfida è trasformare i territori

Paolo Venturi - Direttore di AICCON - Associazione Italiana per la Promozione

della Cultura della Cooperazione

12.30 Conclusioni Elisabetta Gualmini - Vicepresidente e Assessore alle politiche di

welfare e politiche abitative Regione Emilia Romagna.

 

L'obiettivo del convegno “UNA COMUNITÀ CHE INCLUDE – Il valore del territorio per l'inserimento sociale e lavorativo” è aprire una riflessione che guardi avanti, su come dare nuove risposte sia ai nuovi bisogni e a quelli consolidati; su come sviluppare reti di relazioni e collaborazioni con il territorio e la comunità per sostenere e ampliare l'offerta di servizi “socialmente innovativi” in un quadro di sostanziale contrazione di risorse pubbliche; su come sostenere la transizione da un modello di welfare state a uno di welfare society.

La riflessione che CEFF si avvia a fare è anche un modo per accogliere l'incoraggiamento di Papa Francesco “A voi (cooperative sociali) sta il compito di inventare soluzioni pratiche, di far funzionare questa rete di assistenza e di solidarietà nelle situazioni concrete delle vostre comunità locali, partendo proprio dalla vostra storia, con il vostra patrimonio di conoscenza per coniugare l'essere impresa e allo stesso tempo non dimenticare che al centro di tutto c'è sempre la persona.