QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

SCUOLA DI PALLAVOLO ANDERLINI PORTA MODENA IN EUROPA

La cooperativa ha partecipato ad Avignone (Francia) a un meeting su FunBall

SCUOLA DI PALLAVOLO ANDERLINI PORTA MODENA IN EUROPA

Giorni di impegni internazionali per la Scuola di Pallavolo Anderlini di Modena. Nel week end del 7 aprile la cooperativa ha partecipato ad Avignone (Francia) a un meeting su FunBall. Si tratta del progetto co-finanziato dall'Unione europea, avviato ufficialmente il 1 gennaio 2018 e attivo fino al 31 dicembre 2019, che ha come obiettivo primario la costruzione di programmi didattici consolidati e salutari volti alla pratica del minivolley nella fascia 6-9 anni (Building solid and healthy FUNdamentals for volleyball in early age 6-9 groups - new training FUN for volleyBALL program). Il progetto è volto a promuovere attività di volontariato nello sport, insieme all'inclusione sociale, alle pari opportunità e alla consapevolezza dell'importanza dell'attività fisica che migliora la salute attraverso maggiore partecipazione e parità di accesso allo sport per tutti.

La partnership collaborativa dedicata agli eventi sportivi non profit coinvolge sette realtà di cinque Paesi: Croazia, Francia, Slovacchia, Slovenia e Italia, rappresentata dalla Scuola di Pallavolo Anderlini. Tutti i partner hanno un forte background di implementazione e divulgazione della pallavolo, risultati tecnici e accademici. Ad Avignone i partner si sono riuniti per iniziare a strutturare la fase operativa del progetto. In questa occasione Serena Marrone e Federica Stradi si sono fatte portavoce del progetto S3 promosso dalla Fipav. La prossima tappa è in programma a Modena il 24 giugno.

Rimanendo in tema di progetti europei, martedì 10mercoledì 11 aprile la Scuola di Pallavolo ha ospitato a Modena il team di Ethics4Sports, di cui fanno parte sei realtà sportive e istituzionali provenienti da Spagna, Germania, Francia e Regno Unito. L'obiettivo di Ethics4Sports è sviluppare meccanismi innovativi per promuovere l'etica nello sport di base e garantire la sua effettiva applicazione, migliorando le capacità e le competenze degli organismi sportivi, permettendo loro di dare risposte più efficaci ai rischi che minacciano l'integrità del sport.

In occasione del meeting, mercoledì 11 aprile si è tenuto un seminario dal titolo "Educatore o allenatore? Antichi ruoli in una società in evoluzione". Aperto a tutti e gratuito, l'evento ha avuto luogo presso l'aula magna di Giurisprudenza, in via San Geminiamo a Modena. Hanno partecipato grandi nomi della pallavolo, come Andrea Zorzi e Manuela Leggeri, esponenti del mondo accademico, come Susanna Pietralunga dell'Università di Modena e Reggio Emilia e John Williams della University of Leicester. Il seminario è stato patrocinato dai Comuni di Modena e Maranello, CSI Modena, Fipav Modena, Società di Criminologia Italiana e Unimore