QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

LA CILS OTTIENE IL RATING DI LEGALITA' 3 STELLE

Il prestigioso riconoscimento attribuito alla cooperativa sociale di Cesena

LA CILS OTTIENE IL RATING DI LEGALITA

A Confcooperative Cesena è stato presentato il prestigioso riconoscimento attribuito alla cooperativa sociale Cils dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato alla cooperativa cesenate per l'adozione di comportamenti etici, garanzia di legalità e trasparenza. Si tratta di una “certificazione” speciale, con la finalità di riconoscere e al contempo promuovere l'adozione di comportamenti legali, etici e trasparenti da parte delle aziende. In provincia di Forli Cesena sono soltanto 5 le aziende che hanno ottenuto 3 stelle nel Rating di Legalità, una, appunto, è la cooperativa sociale Cils, mentre a livello nazionale sono 187 su un totale di 3460 imprese in un range da 1 a 3. Per ottenere il punteggio minimo – 1 stelletta -  è necessario che i vertici e i soci dell'azienda non siano destinatari di misure di prevenzione e/o cautelari, nonché di decreti di condanna sia per reati tributari che per reati di codice penale. L'azienda inoltre non deve essere stata commissariata, o condannata per illeciti amministrativi, illeciti antitrust o violazioni del codice del consumo, per mancato rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, per violazioni degli obblighi retributivi, contributivi, assicurativi e fiscali nei confronti dei propri dipendenti e collaboratori o aver ricevuto provvedimenti di accertamento del mancato pagamento di imposte e tasse. Il passaggio a 2 e 3 stellette richiede che l'azienda possegga, e possa dimostrare di possedere, numerosi altri requisiti. Tra questi il rispetto del Protocollo sottoscritto dal Ministero dell'Interno e dalla cooperazione, l'utilizzo di sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per importi inferiori rispetto a quelli fissati dalla legge; l'adozione di processi per garantire vere forme di Corporate Social Responsibility, di codici etici di autoregolamentazione, di modelli organizzativi di prevenzione e di contrasto della corruzione. Il Rating di legalità per le imprese è stato introdotto da alcuni anni dal Ministero dell'Economia, possono fare domanda e intraprendere il percorso di accreditamento le imprese operative in Italia con un fatturato minimo di 2 milioni di euro e iscritte al registro delle imprese da almeno 2 anni. Consente all'azienda che lo ottiene di avere una corsia preferenziale e di merito, sia sull'accesso a finanziamenti pubblici e bancari, che sulla aggiudicazione degli appalti in base al "Nuovo Codice Appalti".