QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

OBBLIGO PER INSERIMENTO DISABILI IN AZIENDA. LA COOPERAZIONE SOCIALE E' UN'OPPORTUNITA'

Un ruolo rilanciato, dalle colonne del quotidiano la Libertà, dal presidente di Confcooperative Piacenza, Daniel Negri

OBBLIGO PER INSERIMENTO DISABILI IN AZIENDA. LA COOPERAZIONE SOCIALE E

Dalle colonne del quotidiano la Libertà, il presidente di Confcooperative Piacenza, Daniel Negri, il 26 gennaio scorso ha rilanciato il ruolo che può svolgere la cooperazione sociale nei confronti delle aziende che dall'1 gennaio devono assolvere all'obbligo di inserimento lavorativo di disabili. In particolare, ha ricordato Negri, una legge della Regione Emilia-Romagna “consente di assolvere l'obbligo affidandosi alle cooperative sociali di inserimento lavorativo. È un'opportunità che esiste già da qualche anno, ma che dopo l'entrata in vigore della nuova normativa potrebbe essere utilizzata in modo più massiccio”. In sostanza, se un'azienda con più di 15 dipendenti assegna a una cooperativa sociale una commessa di lavoro finalizzata ad un programma di inserimento individuale, ha di fatto ottemperato agli obblighi previsti dalla legge”, quindi non è tenuta ad assumere un lavoratore disabile. “Come Confcooperative – ha concluso Negri – siamo a disposizione per chiarire nei dettagli cosa prevede la legge ma anche per fornire un aiuto a livello pratico. Le nostre associate rispondono a tutti i requisiti richiesti e operano nella completa trasparenza”.