QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

MODENA: AL VIA LA QUARTA EDIZIONE DI IMPRENDOCOOP

Nelle prime tre edizioni sono nate 13 coop che danno lavoro a 50 persone

MODENA: AL VIA LA QUARTA EDIZIONE DI IMPRENDOCOOP

Dopo il successo delle prime tre edizioni riprende Imprendocoop, il progetto per favorire l'occupazione e l'imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena. Chi desidera creare cooperative in settori innovativi può usufruire di un percorso formativo di alto livello, premi in denaro, assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. Anche la quarta edizione di Imprendocoop è sviluppata in collaborazione con la Fondazione Democenter-Sipe di Modena, l'ente che si occupa di ricerca, innovazione, trasferimento tecnologico e formazione a favore delle imprese. Il progetto è sostenuto dal Comune di Modena, Emil Banca e Coop Up, la rete di Confcooperative nazionale per le idee, l'innovazione e lo sviluppo di imprese. Inoltre è patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, dall'Università di Modena e Reggio, dalla Camera di commercio di Modena. «La cooperativa si conferma lo strumento più adatto per dare forma e sostanza a idee e progetti innovativi sviluppati da persone che hanno voglia di fare impresa – dichiara il presidente di Confcooperative Modena Carlo Piccinini – Nelle prime tre edizioni di Imprendocoop si sono candidate 85 idee d'impresa, 50 delle quali erano start up. Ne abbiamo premiate complessivamente tredici, che si sono costituite in cooperative e danno lavoro a una cinquantina di persone. Da notare che le donne erano in maggioranza sia tra i partecipanti al percorso formativo che tra coloro che hanno presentato progetti d'impresa». La nuova edizione del concorso si sviluppa tra l'autunno 2017 e la primavera 2018. È prevista la selezione finale di tre progetti che saranno premiati con 2.500, 1.500 e mille euro. Il quarto, quinto e sesto progetto classificato riceveranno da Emil Banca un finanziamento agevolato per l'avvio d'impresa. I progetti vincenti potranno avere, inoltre, uno spazio co-working per sei mesi, servizi amministrativi, fiscali ed elaborazione servizi del personale gratuiti per tutto il 2018, accesso ai servizi di Confcooperative Modena e conto corrente Emil Banca a canone zero per dodici mesi. L'erogazione dei premi e servizi è vincolata alla costituzione entro il 15 luglio 2018 di un'impresa in forma cooperativa aderente a Confcooperative Modena. La raccolta delle candidature avviene on line su www.imprendocoop.it e si conclude il 31 ottobre. A novembre gli aspiranti imprenditori selezionati cominceranno il percorso formativo (undici tra incontri, laboratori e seminari) per apprendere le competenze necessarie a concretizzare un'idea e creare un'impresa. Durante questo periodo, che finirà a metà febbraio, i partecipanti a Imprendocoop saranno sempre affiancati da mentor, tutor, esperti e dirigenti di cooperative che li aiuteranno nella fase di start up. Entro marzo 2018 i progetti d'impresa saranno valutati da un comitato tecnico scientifico. Dopo la premiazione dei progetti vincenti, manager e imprenditori cooperativi trasferiranno agli aspiranti cooperatori parte del loro know how e, grazie alle loro reti di relazioni, accelereranno l'ingresso delle neo cooperative nel mercato. In questa fase i tutor di Confcooperative e Democenter garantiranno supporto nella ricerca di fondi, accesso al credito e partecipazione a bandi per finanziamenti pubblici.

Info: tel. 059.384602;  www.imprendocoop.it

 

Le dichiarazioni dei partner di Confcooperative

Erio Luigi Munari, presidente Fondazione Democenter-Sipe: «A volte, per spiegare un'azione concreta o un processo, si dice che parlano i numeri e ai numeri si affida il compito di dare valore a quel che si è fatto. Questo concetto è sicuramente vero anche per Imprendocoop, con le sue quattro edizioni, le decine di idee di impresa valutate e la tante start up costituite in società cooperativa e non solo. Credo, però, che rispetto a Imprendocoop a parlare siano soprattutto i volti delle persone, donne e giovani, che in questo percorso hanno trovato una risposta occupazionale e professionale. Se vi capita di incontrarli, guardatali bene: loro ci credono».

Matteo Passini, vicedirettore generale Emil Banca: «Promuovere la cooperazione come modello di sviluppo equo e solidale è uno degli obiettivi per cui facciamo banca. Le prime edizioni di questo progetto ci dicono che, oltre a essere più attento alle persone, il modello cooperativo è anche vincente. Proprio in questi giorni, infatti, stiamo definendo un'operazione molto importante con una cooperativa nata grazie a una delle scorse edizioni di Imprendocoop. Questa operazione ci permetterà, tra l'altro, di mantenere e coltivare un proficuo rapporto di collaborazione e consulenza con la cooperativa iniziato proprio su questi banchi».