QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

L'OVILE: VALERIO MARAMOTTI CONFERMATO ALLA PRESIDENZA

Conferma anche per Gabriele Mariani alla direzione della cooperativa, che nel 2016 ha portato gli occupati a 286 con un +18,8%

L

Valerio Maramotti è stato confermato alla presidenza della cooperativa L'Ovile, una delle più importanti realtà della cooperazione sociale reggiana con 286 occupati (+18,8% nel 2016), un fatturato di 9,78 milioni e un'incidenza dei soggetti svantaggiati inseriti in attività produttive e di servizio che rappresentano il 45% sul totale dei lavoratori. Maramotti sarà affiancato alla vicepresidenza da Patrizia Bonacini. Del consiglio di amministrazione fanno inoltre parte Elisa Cocchi, Simone Lusuardi, Emanuele Mussini, Gemma Espinet Ribert e Alessandro Zanetti.
Nella sua prima riunione il consiglio ha proceduto alla riconferma di Gabriele Mariani alla direzione generale della cooperativa, che nel 2017 proseguirà il lavoro su "quella diversificazione di attività - sottolinea Maramotti - che si connota come l'elemento fondamentale sul quale si è costruito un percorso di integrazione lavorativa di persone svantaggiate che resta il primo obiettivo della cooperativa".
Tra le attività gestite dalla cooperativa aderente a Confcooperative spicca il segmento dei servizi di igiene ambientale, che per L'Ovile rappresenta il 35% del fatturato (quota attestata al 32,5% nel 2015) e, soprattutto, impegna il 40% dei dipendenti, con un'incidenza del 56,6% di quanti presentano condizioni di svantaggio.
Quasi il 22% dei lavoratori de L'Ovile (con un'incidenza del 53,2% di quelli svantaggiati), nel 2016  è poi stato impegnato nel campo delle pulizie (11% del fatturato); il 13,64% nelle lavorazioni industriali (dove la percentuale di svantaggiati sale al 64,10% e l'incidenza sul fatturato è del 10%), mentre la parte restante si è suddivisa tra ristorazione e commercio al dettaglio (7% del fatturato), servizi su salute mentale, carcere e attività socio-occupazionali (22% l'incidenza sul volume d'affari), percorsi di educazione alla sostenibilità ed economia solidale.