QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

L'ECONOMIA CIVILE: IL CONTRIBUTO ITALIANO ALLA STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO PUO' DIRCI QUALCOSA?

Il tema al centro della giornata organizzata da Confcooperative Parma, in collaborazione con Banca di Parma credito cooperativo e rivolta agli studenti e agli insegnanti della città 

L

Si è svolta mercoledì 25 ottobre la giornata dedicata all'Economia Civile organizzata da Confcooperative Parma, in collaborazione con Banca di Parma credito cooperativo e rivolta agli studenti e agli insegnanti della città di Parma.

“L'Economia civile: il contributo italiano alla storia del pensiero economico può dirci qualcosa oggi?”: questo è stato l'importante tema al centro dei vari interventi che esperti del settore hanno sviscerato per le due platee, la prima composta da ragazze e ragazzi al Nuovo Teatro Pezzani, gestito dalla Compagnia dei Borghi, la seconda dai docenti del territorio alla Sala Borri di Palazzo Giordani.

Alla giornata hanno portato il loro prezioso contributo Michele Dorigatti e Beatrice Cerrino, entrambi docenti della SEC, Scuola di Economia Civile.

Durante la mattinata dedicata alle classi, sono intervenuti anche Andrea Gennari, direttore Confcooperative Parma, Daniele Porto dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Parma, Elisa Rota, Consigliere Nazionale di Federcultura Turismo e Sport, Margherita Dalla Casa, Irecoop Emilia Romagna, Paola Ziliani, Len soc.coop, il Dirigente scolastico del Liceo Attilio Bertolucci Aluisi Tosolini e il Presidente di Banca di Parma Alfredo Alessandrini. Due rappresentanti di due classi del Liceo Bertolucci di Parma hanno poi raccontato la loro esperienza con l'ACS.

La sessione pomeridiana è iniziata con la presentazione delle cooperative che sul territorio di Parma operano in merito all'alternanza scuola/lavoro: Gruppo scuola, Aurora Domus, Eide', Len, Irecoop E.r. e Banca di Parma. E' proseguita con la lezione di Michele Dorigatti e Beatrice Cerrino sull'Economia Civile.