QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

LA FESTA DELLA COOPERAZIONE FAENTINA ENTRA NEL VIVO

Il successo del concerto dei «Ladri di Carrozzelle» ha inaugurato la kermesse il 18 maggio. Da mercoledì 24 carrellata di eventi per la XXV edizione della manifestazione dedicata al movimento cooperativo locale. Domenica chiusura ad Agrintesa celebrandone i 10 anni dalla nascita

 

LA FESTA DELLA COOPERAZIONE FAENTINA ENTRA NEL VIVO

Si è aperta con il «botto» la XXV Festa della Cooperazione faentina che, a partire da mercoledì 24, entrerà nel vivo per quattro giorni di divertimento, approfondimento e momenti di confronto e coesione. L'evento inaugurale, il concerto gratuito del gruppo folk-rock «Ladri di Carrozzelle», ha riunito al Teatro Masini oltre 330 persone che si sono divertite e hanno potuto scoprire qualcosa in più sulla parola «disabilità» e sul ruolo della cooperazione sociale di inserimento lavorativo grazie anche alla partecipazione attiva della cooperativa Ceff Francesco Bandini che, in quell'occasione, ha festeggiato i 40 anni di attività.

A partire da mercoledì 24 la Festa della Cooperazione faentina entrerà nel vivo con tanti momenti di festa e di approfondimento. Si parte mercoledì alle ore 16 in piazza del Popolo con il «Giocacittà» organizzato per i piccoli faentini da Confcooperative Ravenna e cooperativa Kaleidos. Nel pomeriggio giochi all'aperto, laboratori creativi e merenda per tutti. 

Il giorno dopo, giovedì 25 maggio alle 20.30, sarà ancora la cooperazione sociale ad essere protagonista con la proiezione gratuita al Cinema Sarti del film «Ho amici in paradiso» di Fabrizio Maria Cortese. La serata è organizzata in collaborazione con Cinemaincentro ed è ad ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Venerdì 26 maggio alle 20.30 nella sala Dalle Fabbriche (via Laghi, 81), si svolgerà la tavola rotonda dal titolo «La cooperazione: cosa direbbe oggi Giovanni Dalle Fabbriche». La serata è curata dalla Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche ed è organizzata in occasione del 25esimo anniversario dalla scomparsa del cooperatore faentino. Parteciperanno Carlo Dalmonte (presidente Caviro), Daniele Quadrelli (già direttore di Fed. BCC Emilia Romagna), Edo Miserocchi (già direttore BCC ravennate e imolese), Livia Bertocchi (presidente Giovani Cooperatori Confcooperative Ravenna) e Everardo Minardi (presidente Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche).

La Festa proseguirà sabato 27 maggio con un altro importante momento di approfondimento: la tavola rotonda «Persone, lavoro, comunità. Nuovi equilibri in scenari che cambiano» che si svolgerà alle ore 10 nella cornice del Ridotto del Teatro Masini (piazza Nenni). Al confronto parteciperanno Guido Caselli (direttore Centro Studi Unioncamere Emilia Romagna), Doriana Togni (coordinatrice Federsolidarietà Ravenna), Stefano Radaelli (Consorzio Mestieri Lombardia), Daniele Lama (start up Teachat) e Massimo Caroli (presidente Asp Romagna faentina). L'evento sarà moderato da Everardo Minardi, presidente Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, e si concluderà con l'intervento del Vescovo della Diocesi di Faenza-Modigliana mons. Mario Toso.

La giornata conclusiva della Festa della Cooperazione, domenica 28 maggio, si svolgerà nello stabilimento Agrintesa di via Galilei 15 e si aprirà alle 10 con la S.Messa cui seguirà la celebrazione del decennale di Agrintesa che sarà coordinata dal conduttore televisivo Patrizio Roversi e vedrà la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e del presidente nazionale di Confcooperative Maurizio Gardini. Nel pomeriggio la Festa proseguirà con la formula collaudata che prevede, dalle ore 16, animazione per grandi e piccini: spettacolo del gruppo Cicognani Danze, Gimkana Trattoristica, Lotteria della Cooperazione. A chiudere la Festa, alle ore 20.30, sarà il concerto dell'orchestra Mirco Gramellini.

L'evento gode del patrocinio del Comune di Faenza. Per informazioni 0546 26084, faenza@confcooperative.it.