QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

COOPERAZIONE AGROALIMENTARE, INCONTRO A PARMA CON IL MINISTRO

L'appuntamento è in programma domenica 11 novembre, dalle 9.30 alle 12, nella sala auditorium del Gruppo Colser-Auroradomus (via Sonnino 33/A)

 

COOPERAZIONE AGROALIMENTARE, INCONTRO A PARMA CON IL MINISTRO

Qual è il ruolo della cooperazione nel sistema agroalimentare italiano? Quale contributo può portare alla sua crescita, sia per una maggiore redditività agli agricoltori sia per lo sviluppo dell'export? Sono alcune delle domande a cui si cercherà di dare risposta all'incontro “La cooperazione nella valorizzazione e sostenibilità del sistema agroalimentare” promosso da Confcooperative FedAgriPesca Parma al quale interverrà il ministro per le Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio. L'appuntamento è in programma domenica 11 novembre, dalle 9.30 alle 12, nella sala auditorium del Gruppo Colser-Auroradomus (via Sonnino 33/A, Parma).

Si inizia con i saluti delle autorità e le relazioni di Gabriele Canali, professore di Economia e Politica Agroalimentare all'Università Cattolica del Sacro Cuore, e Simona Pigoni, direttore OGC Produzioni Regolamentate.

A seguire si svolgerà il dibattito sulle priorità del settore agroalimentare, in cui si confronteranno Simona Caselli, assessore all'Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, il direttore di Confcooperative Parma Andrea Gennari, il coordinatore del settore forestale di Confcooperative FedAgriPesca Emilia-Romagna, Gian Paolo Emanueli e il direttore dell'Unione Parmense degli Industriali Cesare Azzali.

Al termine del dibattito interverrà Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative, mentre le conclusioni sono affidate al ministro Gian Marco Centinaio.

L'incontro sarà coordinato da Ilenia Rosi, presidente di Confcooperative FedAgriPesca Parma. “Questo convegno – dichiara Ilenia Rosi - per il nostro territorio può rappresentare un momento di riflessione utile per analizzare la situazione attuale dell'agroalimentare e le relative problematiche, per arrivare a verificare possibili soluzioni per il futuro esaminando anche il ruolo della cooperazione in questo contesto”.