QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

CONFCOOPERATIVE FIRMA ACCORDO CON CREDITO COOPERATIVO NELLE PROVINCE DI FORLI CESENA E RAVENNA

Una iniziativa concreta a favore del territorio e delle sue imprese cooperative

CONFCOOPERATIVE FIRMA ACCORDO CON CREDITO COOPERATIVO NELLE PROVINCE DI FORLI CESENA E RAVENNA

Il territorio romagnolo è stato fortemente investito e segnato dalla crisi economica degli ultimi 10 anni. Sin da subito si è percepito come non si potesse sperare di tornare ai livelli pre crisi, ma ci si dovesse giocoforza riallineare e riposizionare su livelli ben inferiori.

La cooperazione ha giocato un ruolo importante nel traghettare il tessuto imprenditoriale romagnolo ad un guado difficile, nell'andare oltre, ripartendo dall'origine, da quei valori cooperativi ancor più importanti in periodi, come questo, di ristrettezze procurate dallo stato di necessità.

L'accordo tra la “nuova” BCC del territorio, La BCC ravennate forlivese e imolese, nata a luglio di quest'anno dalla fusione tra BCC ravennate e imolese e Banca di Forlì Credito Cooperativo, e Confcooperative Forlì Cesena e Confcooperative Ravenna, oltre che importante fattore simbolico di come la comunione di intenti possa aiutare e valorizzare esperienze ed appartenenze (che sono sempre più forti di eventuali e sconvenienti fattori di divisione) rappresenta un'iniziativa concreta a favore del territorio e delle sue imprese cooperative, agricole ma non solo.

Nel concreto, la misura è a favore del sostegno delle imprese associate a Confcooperative (come detto della provincia di Forlì Cesena e di Ravenna) nel campo agricolo, con la previsione di speciali tassi di favore per la conduzione, l'anticipo conferimenti e i prestiti in caso di calamità naturali.

Nel contempo, è previsto anche un finanziamento con tasso e modalità di particolare favore per le imprese cooperative associate a Confcooperative per pagamento delle tredicesime e del TFR.

Nella foto la firma a Faenza (da sinistra, Carlo Dalmonte, presidente Confcooperative Ravenna, Secondo Ricci, presidente de La BCC ravennate, forlivese e imolese e Mauro Neri, presidente Confcooperative Forlì Cesena)