QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

CIAK! SI GIRA 'OLTRE LA BUFERA', PRODUZIONE DEDICATA ALLA VITA DI DON GIOVANNI MINZONI

Realizzata anche con il contributo di Confcooperative Emilia Romagna e Confcooperative Ferrara

 

CIAK! SI GIRA

Anche Confcooperative Emilia Romagna e Confcooperative Ferrara contribuiscono alla realizzazione del film “Oltre la Bufera”, una produzione tutta italiana dedicata alla vita di Don Giovanni Minzoni e firmata Controluce.

È stato siglato nei giorni scorsi il progetto di sostegno all'iniziativa, condiviso dalle cooperative ferraresi Matteo25, Il Germoglio, Meeting Point e La Pieve. All'appuntamento ha preso parte anche l'attore di Tresigallo (FE) Stefano Muroni, cofondatore insieme al collega Marco Cassini e alla scrittrice Valeria Luzi, della giovanissima società produttrice Controluce, nata quest'anno proprio dall'iniziativa dei tre professionisti.

Nel 2012 Muroni e Cassini sono riusciti a portare al cinema le storie degli operai coinvolti nel terremoto dell'Emilia. Forti dei loro studi e dell'esperienza maturata sul campo, hanno avvertito in seguito la necessità di aprire una casa di produzione cinematografica per portare sul grande schermo nuovi ambiziosi progetti.

Uno di questi è proprio il racconto degli ultimi anni di vita di Don Giovanni Minzoni, figura modello dell'antifascismo cattolico in Emilia Romagna, ucciso nel 1923 da un gruppo di squadristi. Fervidamente impegnato in ambito sociale, il sacerdote di origine ravennate dimostrò un'adesione entusiasta al cooperativismo, in opposizione al dilagare del sistema corporativo sostenuto dal regime. Si impegnò in prima persona nell'educazione dei giovani di Argenta, dove era parroco, opponendosi all'Opera nazionale Balilla ed abbracciando lo scoutismo al punto tale da fondare un gruppo nella propria parrocchia.

La storia del prete martire rispecchia pienamente la mission della Controluce, che si propone di realizzare opere sostenibili, dalla massima qualità artistica e dall'alto valore sociale,
dando particolare risalto alle realtà locali dell'Emilia-Romagna, dell'Abruzzo e del Lazio, regioni dei tre fondatori, producendo film legati alla storia del territorio e portando nei cast le giovani promesse del cinema italiano.