QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

CAVIRO SI AGGIUDICA IL PROGETTO DI FILIERA DEL PSR

Questa iniziativa prevede un investimento complessivo che sfiora i 10 milioni di euro

CAVIRO SI AGGIUDICA IL PROGETTO DI FILIERA DEL PSR

Con il progetto “Vin.Can.T.O.” (Vigneti, Cantine, Tecnologia e Organizzazione) il Gruppo Caviro si è aggiudicato il primo posto nella graduatoria stilata dalla Regione Emilia-Romagna per l'assegnazione dei fondi PSR riservati alle filiere vitivinicole. Questa iniziativa – che ha durata fino al 2024 - prevede un investimento complessivo che sfiora i 10 milioni di euro, con 3,6 milioni di euro dirottati dalla Regione grazie ai finanziamenti europei.

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente Carlo Dalmonte e dal direttore SimonPietro Felice, intervenuti nell'ambito di una serata promossa dal Gruppo cooperativo nella suggestiva location di “Casa Spadoni” a Faenza (Ra) per celebrare questa novità insieme ai soci viticoltori interessati. “Siamo molto orgogliosi di questo risultato – ha detto Dalmonte – frutto del lavoro di squadra portato avanti dallo staff di Caviro insieme ai consulenti di Artemis e ai funzionari di Confcooperative – Fedagri che ringraziamo per il proficuo servizio svolto. Le nuove sfide dei mercati internazionali ci chiedono di continuare a investire per mantenere elevata la qualità delle nostre produzioni ed è quello che stiamo facendo anche attraverso questo progetto di filiera”.

Sono 14 le cantine coinvolte in questo progetto che conferiranno il vino a Caviro, per un totale di quasi 1.500 viticoltori suddivisi per 4 regioni, con un obiettivo di quasi 700mila tonnellate di uva per la durata dell'accordo di filiera. La maggior parte delle aziende agricole coinvolte (43) rientra nella provincia di Ravenna, seguono quelle di Forlì-Cesena (27), quindi Bologna (13), Reggio Emilia (9), Modena (7) e Rimini (1). Le aziende agricole coinvolte dovranno conferire almeno il 20% della produzione media annua riferita alla tipologia di materia prima inserita nell'accordo e saranno coinvolte nel monitoraggio della qualità.