QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

AGRINTESA PROMUOVE I PRODOTTI BIOLOGICI ED IGP

Dopo il successo delle serate organizzate al Teatro Verdi di Cesena, il programma prosegue, sempre in questa città, con 5 appuntamenti (da mercoledì 24 maggio) presso il locale La Cantera

AGRINTESA PROMUOVE I PRODOTTI BIOLOGICI ED IGP

Promuovere alcune delle eccellenze Igp come Pesche e Nettarine di Romagna, Pere dell'Emilia Romagna, Ciliegie di Vignola nonché l'ampia e qualificata offerta di ortofrutta biologica, sempre più apprezzata e richiesta dal mercato in quanto assolutamente salubre e naturale: è ciò che prevede il progetto messo a punto da Agrintesa e finanziato dalla Regione Emilia Romagna nell'ambito del bando sui “Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari sulla promozione e informazione da gruppi di produttori sui mercati interni”

“La cooperativa faentina – dichiara Cristian Moretti, direttore di Agrintesa – ha aperto la seconda annualità del progetto con due appuntamenti, molto partecipati, organizzati alla fine di marzo a Cesena, presso il Teatro Verdi”. In queste occasioni Saul Zavalloni, nutrition e mental coach, forte della sua esperienza pluriennale, si è soffermato sulle tematiche legate al biologico e sull'importanza di questi prodotti, degustati alla fine degli incontri, per una dieta sana.

Dal mese di maggio, per l'esattezza dal giorno 24 e per 5 mercoledì consecutivi, saranno effettuate altre iniziative, sempre a Cesena, presso il locale La Cantera, rivolte in particolare ai giovani. Saul Zavalloni, aiuterà il pubblico a comprendere come una corretta alimentazione e lo sport possano migliorare il benessere psicofisico. Zavalloni sarà poi affiancato da un attore/artista che declinerà secondo la sua sensibilità il tema del vivere sano. “L'obiettivo – conclude Moretti – è superare lo schema classico della conferenza divulgativa, unendo alla parte seminariale anche momenti di spettacolo, per intrattenere gli ospiti, e di degustazione per far scoprire ai consumatori l'agricoltura del nostro territorio ed i valori delle produzioni certificate”.