QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

AGRICOLTURA, MANGOLINI (CONFCOOP FE) TEME UNA CAMPAGNA DIFFICILE

Le riflessioni del presidente di Confcooperative Ferrara, Michele Mangolini, in merito alla campagna agricola che tra poco inizierà

AGRICOLTURA, MANGOLINI (CONFCOOP FE) TEME UNA CAMPAGNA DIFFICILE

Stiamo lavorando con difficoltà, tempi dilatati, le distanze che per legge devono essere rispettate portano ad un regime di lavoro più rallentato” . Sono parole di Michele Mangolinipresidente di Confcooperative Ferrara, che spiega come in campagna si stiano presentando problemi molto seri a causa dell'emergenza Coronavirus, a partire dalla difficoltà a reperire manodopera da assumere nelle aziende agricole in vista della raccolta dei prodotti nelle prossime settimane, con gli asparagi alle porte nelle campagne ferraresi.

Tra le preoccupazioni di Mangolini, che è anche presidente della cooperativa Casa Mesola specializzata nella produzione orticola, ci sono anche i riflessi sull'export del sistema agroalimentare italiano. Sono già evidenti - ragiona - problemi di circolazione e trasporto per l'export con problemi logistici legati alle consegne degli ordinativi. 

L'emergenza sanitaria che sta travolgendo tutto e tutti è purtroppo anche emergenza economica. "L'agricoltura - continua Mangolini - sta subendo un danno ingente sia per le filiere agricole, sia per i consumatori finali. Il decreto Cura-Italia risponde in parte a questa crisi epocale con un testo di legge che non permette agilità di assunzioni ad esempio, e questo è - e si dimostrerà a brevissimo termine - un grave ostacolo per l'agroalimentare".

I dati ci dicono intanto che crolla la frequenza d'acquisto di frutta e verdura. La restrizione alla mobilità delle persone infatti porta l'acquisto di ortofrutta - che prima dell'emergenza era di 2 o più volte la settimana, compreso coloro che la faceva tutti i giorni - a diminuire sensibilmente, arrivando anche da un unico acquisto settimanale scegliendo ovviamente prodotti non deperibili.