QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

SPORT PLAN, CONFCOOPERATIVE ER PARTNER DEL LIBRO BIANCO DEL CONI

La nuova fotografia del movimento sportivo in Emilia-Romagna, dove la cooperazione può giocare un importante ruolo

SPORT PLAN, CONFCOOPERATIVE ER PARTNER DEL LIBRO BIANCO DEL CONI

L'Emilia-Romagna è terra di sportivi, con i due terzi della popolazione impegnati in attività motorie. Motivo per cui il CONI e la Regione, in collaborazione con Confcooperative Emilia Romagna, hanno deciso di pubblicare la seconda edizione di Sport Plan, ovvero il Libro Bianco 2.0 dello sport lungo la Via Emilia che dopo tre anni dal primo lancio si pone l'obiettivo di verificare le proposte lanciate, aggiornare il quadro della situazione e portare avanti una politica di valorizzazione della pratica sportiva.

Il contributo di Confcooperative rientra nella volontà del movimento sportivo regionale guidato dal CONI di fare dell'Emilia-Romagna un laboratorio di sperimentazione di nuovi modelli di associazionismo sportivo con la necessaria professionalizzazione dei ruoli, che può passare anche dal ruolo delle cooperative sportive.

“Siamo felici di aver collaborato CONI alla realizzazione di Sport Plan con il CONI – ha dichiarato Chiara Laghi, presidente di Confcooperative Cultura Turismo Sport Emilia Romagna -, Comitato al quale ci sentiamo uniti da principi e valori condivisi: la valorizzazione e lo sviluppo dei territori, il welfare di comunità, l'inclusione e la formazione sportiva. Pensiamo che in questo senso la cooperazione posa dare una grande mano, rappresentando un innovativo modello imprenditoriale da mettere al servizio del movimento sportivo regionale”.

 “In Sport Plan – aggiungono dal CONI regionale – si inquadra anche la collaborazione con Confcooperative Emilia Romagna, che ha prospettato, per venire incontro alle difficoltà e alle esigenze delle società sportive, l'opportunità di creare cooperative sportive dilettantistiche proprio nel territorio in cui è nato e si è sviluppato più che altrove il movimento cooperativo. Da questa collaborazione nascono l'analisi e la proposta di sostegno ai vari modelli di associazionismo sportivo, idonei per vincere le sfide di innovazione e complessità che i nuovi bisogni della popolazione e il contesto socio-economico richiedono”.

 

Scarica qui la nuova edizione di Sport Plan