QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

SHARING ECONOMY E OPEN INNOVATION AL CENTRO DI FORMACOOP

Dedicato a questo tema l'appuntamento del Corso di Alta Formazione Cooperativa svoltosi il 24 gennaio 

 

SHARING ECONOMY E OPEN INNOVATION AL CENTRO DI FORMACOOP

Si è incentrato sul tema “cooperazione tra cooperative” l'interessante appuntamento di Formacoop svoltosi il 24 gennaio a Bologna presso il Palazzo della Cooperazione.

In questa occasione, Tommaso Sorichetti, presidente di PuntoDock, realtà nata nel 2010 con l'obiettivo di migliorare processi decisionali pubblici e privati coinvolgendo e valorizzando l'apporto dei singoli, ha parlato di “Sharing economy e cooperazione: dall'intersezione di diverse competenze e settori il potenziale per la nascita di nuovi servizi”.

Con grande naturalezza e dinamicità Sorichetti ha saputo traferire in aula i concetti innovativi di design dei servizi, open innovation e sharing economy, le svariate possibilità di applicazione, passando da un caso aziendale all'altro e inserendo nozioni teoriche riconducibili ad un economia tradizionale che ha saputo però accogliere i cambiamenti delle dinamiche socio-economiche. Il relatore non si è limitato ad un approccio teorico, ma ha anche voluto far toccare con mano ai corsisti di Formacoop cosa significa “dare un ordine al caos” coordinando un laboratorio di progettazione di un servizio. Prima di tutto, Sorichetti ha sottolineato il concetto che “C'è sempre un architetto dietro” come scrive Matteo Monterlini nel libro la “Psicoeconomia di Charlie Brown – Strategie per una società più felice”. Ha poi  ricordato che Design è la capacità di progettare prevedendo il più possibile.

Il laboratorio ha coinvolto le 40 cooperative presenti, provenienti da tutta l'Emilia Romagna e appartenenti a diversi settori merceologici, dall'agricolo al sociale. Una bella sfida!