QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

PREMIO 'INNOVATORI RESPONSABILI', COOPERAZIONE SUL PODIO REGIONALE

Anche quest'anno imprese e associazioni cooperative si aggiudicano importanti riconoscimenti.

PREMIO

Il Premio “Innovatori Responsabili” della Regione Emilia-Romagna si conferma un'ottima vetrina per il sistema Confcooperative. Ancora una volta, infatti, imprese e associazioni cooperative hanno ottenuto importanti riconoscimenti nell'ambito dell'iniziativa fortemente sostenuta dall'assessore alle Attività produttive, Palma Costi, e che quest'anno ha concluso la sua quarta edizione con l'evento di giovedì 6 dicembre 2018 in una location particolarmente cara al mondo cooperativo: La Polveriera di Reggio Emilia, un'area riqualificata dal Consorzio Oscar Romero con un pool di cooperative sociali.

Sono ben sei i riconoscimenti ottenuti dalle realtà del sistema Confcooperative al Premio “Innovatori Responsabili”. Nella categoria Startup si è classificato al secondo posto il progetto di integrazione sociale “Semìno” della cooperativa Kilowatt di Bologna. Sul fronte delle imprese con più di 250 dipendenti, terzo premio all'acceleratore di startup “Battiti” promosso da Emil Banca di Bologna, mentre nella categoria cooperative sociali il primo posto è andato a l'Ovile di Reggio Emilia con la Bottega K-Lab (spazio espositivo e di vendita di prodotti di design nati dall'incontro tra persone con fragilità psicofisiche e designer e professionisti del settore creativo), mentre il terzo posto è andato al consorzio SolCo di Ravenna con il progetto “Housing First”, un percorso di autonomia e inserimento abitativo per soggetti fragili e senza dimora. Secondo posto, tra le associazioni di categoria, per Confcooperative Ravenna-Rimini con “A.P.E.I.R.O.N. – Ambiente Pulito – Esempi (per le) Imprese (della) Romagna”, iniziativa volta alla diffusione, adozione e monitoraggio delle pratiche produttive virtuose e di consumo sostenibile tra le proprie associate. Infine, tra i premiati della categoria “Ged – Gender Equality & Diversity”, a cura della Commissione regionale per la parità e i diritti delle persone, il premio Giovani è andato alla cooperativa sociale Kara Bobowsky di Modigliana (FC).

Il premio innovatori responsabili, che in questi 4 anni di vita ha raccolto oltre 230 progetti realizzati nella nostra regione - afferma Palma Costi, assessore alle Attività produttive-, ci racconta che il mondo delle imprese ha già raccolto la sfida della sostenibilità. Sul questo palco oggi abbiamo premiato imprese, associazioni ed enti locali che stanno investendo sull'innovazione, sui giovani, sulla cultura e l'istruzione, sull'inclusione e il superamento degli stereotipi di genere, per un uso razionale delle risorse, sistemi di produzione e consumo sostenibili. Per attrarre nuovi investimenti, occorre una nuova sinergia tra investimenti pubblici e privati e tra strategie regionali e locali, volta da un lato a permettere all'economia regionale di continuare a competere a livello globale e creare posti di lavoro, dall'altro ad aumentare la qualità della vita delle persone. Il territorio, la sua identità, il suo capitale produttivo, sociale e culturale e la sua sicurezza sono decisivi per moltiplicarne e capitalizzarne gli effetti”.

I progetti premiati: la forza è nel territorio
Nelle 7 categorie previste dal Premio, per il quale sono giunte 67 candidature da tutta la regione, hanno vinto i giovani, l'innovazione, la ricerca, l'inclusione e la leadership al femminile. Il comparto produttivo e sociale della Regione Emilia-Romagna si conferma attento e coinvolto in processi di innovazione organizzativa e di prodotto che producono vantaggi non solo per le imprese, ma con impatti sociali e ambientali positivi anche sul territorio e le comunità in cui operano.