QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

L'ASSESSORE REGIONALE ALL'AGRICOLTURA SIMONA CASELLI IN VISITA ALL'OROGEL

Un'occasione per conoscere l'azienda e i processi produttivi sviluppati in 50 anni di storia

L

L'assessore all'Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Simona Caselli, accompagnata da Roberta Chiarini (responsabile del servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera), ha incontrato i vertici di Orogel, Bruno Piraccini (amministratore delegato), Giancarlo Foschi (direttore generale) e altri importanti componenti del management aziendale. L'incontro è stato l'occasione per l'assessore di conoscere la realtà produttiva Orogel, la prima azienda italiana del settore dei vegetali freschi surgelati, di cui ha visitato lo stabilimento di Pieve Sestina.

“Orogel rappresenta una realtà estremamente dinamica del territorio emiliano romagnolo - ha dichiarato l'assessore Simona Caselli - che continua a crescere e a investire in ricerca e sviluppo, soddisfacendo anche i propri soci produttori. Si tratta, dunque, di un caposaldo della regione che mostra come principi di economia circolare, risparmio energetico e impegno per lavorare a residuo zero siano premianti. Dal canto suo l'amministrazione regionale, anche per favorire la crescita di aziende come Orogel, si impegna sempre più in politiche a favore dell'innovazione, internazionalizzazione, in progetti di investimento nella filiera e miglioramento della sostenibilità ambientale”.

Nel corso della visita allo stabilimento Bruno Piraccini, e l'assessore Caselli hanno toccato molti argomenti all'ordine del giorno nell'agenda dell'Unione Europea, a partire dalla prossima Pac per finire ai fondi mutualistici nel cui sviluppo Orogel risulta essere all'avanguardia avendo adottato una serie di soluzioni innovative riservate ai propri soci.

“La visita dell'assessore Simona Caselli - ha dichiarato Bruno Piraccini - è stata l'occasione di farle conoscere la nostra azienda e i processi produttivi che, in 50 anni di storia, abbiamo sviluppato. Il confronto che abbiamo avuto è stato assolutamente proficuo e siamo certi che da oggi, ancor più che in passato, troveremo in lei un interlocutore attento e interessato a tutto il settore agroalimentare regionale”.