QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

GIOVANI COOPERATORI, L'INNOVAZIONE SI PRENDE LA SCENA AL MIC DI FAENZA

Il 24 novembre si è svolto l'evento pubblico dei Giovani Cooperatori dell'Emilia Romagna dal titolo “IN-NO-VA-RE. Fare impresa tra passione e creatività”

GIOVANI COOPERATORI, L

Forme non convenzionali di innovazione al centro dell'evento pubblico dei Giovani Cooperatori dell'Emilia Romagna dal titolo “IN-NO-VA-RE. Fare impresa tra passione e creatività”, svoltosi il 24 novembre Al Museo delle Ceramiche di Faenza. Dedicato agli oltre 900 amministratori sotto i 40 anni che partecipano attivamente al sistema cooperativo regionale, l'appuntamento ha fatto incontrare esperienze cooperative e non interessate da processi di innovazione.

«Le nostre cooperative traggono linfa vitale dal gruppo giovani, che è nato in modo spontaneo, ma che oggi è fortemente strutturato in tutte le province» ha sottolineato il presidente di Confcooperative Emilia Romagna, Francesco Milza.

Hanno portato il loro contributo i rappresentanti di tre realtà che, come ha precisato il portavoce dei Giovani Cooperatori di Confcooperative Emilia Romagna, Daniele Steccanella, «sono esperienze esemplari d'innovazione»: una grande cooperativa di zucchero 100% made in Italy come Coprob, con la sua sfida dello zucchero nostrano; quindi il progetto di Kirecò a Ravenna con il recupero di uno spazio abbandonato oggi rigenerato e utilizzato per creare occupazione; infine, il circuito Liberex, che scambia servizi senza circolo di denaro. «Abbiamo raccontato un'economia delle relazioni e della fiducia – ha concluso Steccanella - da cui il mondo cooperativo può prendere spunto».