QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

FESTIVAL FRANCESCANO, SOSTEGNO ANCHE DA CONFCOOPERATIVE

L'evento organizzato dal Movimento francescano dell'Emilia-Romagna si terrà a Bologna dal 27 al 29 settembre

FESTIVAL FRANCESCANO, SOSTEGNO ANCHE DA CONFCOOPERATIVE

Per rendere nuovamente possibile l'incontro fra persone, occorre usare parole che siano cariche di senso e responsabilità. A maggior ragione in questo momento storico in cui la contrapposizione e lo scontro tra le parti sembrano avere il sopravvento ad ogni livello. E' proprio per promuovere una cultura dell'inclusione, della mutualità e della condivisione che Confcooperative Emilia Romagna e Confcooperative Bologna hanno deciso anche quest'anno di sostenere il Festival Francescano.

Giunto alla sua 11° edizione che avrà come titolo “Attraverso le parole. Prove di dialogo”, l'evento organizzato dal Movimento francescano dell'Emilia-Romagna si terrà a Bologna dal 27 al 29 settembre.

“Siamo felici di poter confermare anche quest'anno la nostra adesione e il nostro convinto sostegno al Festival Francescano – commenta Francesco Milza presidente di Confcooperative Emilia Romagna -, un grande evento capace di fare incontrare migliaia di persone e promuovere un vero e concreto dialogo tra le persone. La nostra società ha un bisogno estremo di tornare a riscoprire il bene della relazione e dell'inclusione, presa com'è da un individualismo esasperato che porta soltanto all'emarginazione. Iniziative come il Festival Francescano rappresentano una vera e propria boccata di ossigeno”.

Tra i dibattiti previsti quest'anno, c'è quello sul lavoro con l'economista Stefano Zamagni; sulle povertà, che vede protagonisti la portavoce dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati Carlotta Sami e Marcello Longhi, Presidente di Opera San Francesco per i Poveri; sui rapporti tra Occidente e Cina con l'economista Romano Prodi e il gesuita Antonio Spadaro; su tecnologia ed etica, con il francescano Paolo Benanti e il matematico Giuseppe O. Longo.

Due teologi, uno cristiano (Brunetto Salvarani) e uno musulmano (Adnane Mokrani), si confronteranno sul rapporto tra le religioni; così come faranno il direttore della rivista “Islamochristiana” don Valentino Cottini e l'Imam Kamel Layachi.

Alla presenza dell'Arcivescovo di Bologna Mons. Matteo Maria Zuppi, che da lì a pochi giorni sarà nominato cardinale da Papa Francesco al concistoro del 5 ottobre, l'ex brigatista Adriana Faranda e la figlia di Aldo Moro, Agnese, parleranno del percorso di “giustizia riparativa” che le vede coinvolte.

Tra gli altri ospiti in programma: l'antropologo Marco Aime, lo scrittore Eraldo Affinati, il sociologo Stefano Allievi, lo psicoanalista Luigi Ballerini, il chimico Vincenzo Balzani, lo storico della Chiesa Giuseppe Buffon, il giornalista Mario Calabresi, il Presidente del Forum delle associazioni familiari Gigi De Palo, il filologo Ivano Dionigi, il pedagogista Johnny Dotti, il critico d'arte Rosa Giorgi, il domenicano Timothy Radcliffe.

Più di cento eventi, tutti gratuiti, tra laboratori, attività per i bambini, momenti dedicati alla spiritualità e spettacoli. Tra questi ultimi, Simone Cristicchi si esibirà con l'Orchestra Collegium Musicum Almae Matris nel tour “Abbi cura di me”.

Info: www.festivalfrancescano.it