QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

FEDERCULTURA TURISMO SPORT EMILIA ROMAGNA ACCOGLIE CON FAVORE LE NUOVE DESTINAZIONI TURISTICHE

Consentiranno di rendere più efficace la promozione del territorio valorizzando le aree omogene

FEDERCULTURA TURISMO SPORT EMILIA ROMAGNA ACCOGLIE CON FAVORE LE NUOVE DESTINAZIONI TURISTICHE

“Accogliamo con favore ed esprimiamo apprezzamento per la dichiarazione dell'assessore al Turismo dell'Emilia Romagna, Andrea Corsini, che ha annunciato la fase costitutiva delle Destinazioni turistiche, previste dalla L.R. 4, per semplificare il sistema con tre nuovi poli costituiti dalla Romagna e Ferrara, dalla Città Metropolitana di Bologna e dal territorio provinciale di Modena mentre la terza metterà insieme i territori dell'Emilia occidentale delle province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza”.

È quanto afferma Lanfranco Massari, presidente di FederCultura Turismo Sport di Confcooperative Emilia Romagna, secondo il quale la costituzione e l'effettivo funzionamento delle nuove destinazioni, quando ciò avverrà, rappresenteranno il primo, fondamentale tassello affinché la nuova Legge produca gli effetti positivi desiderati sul sistema turistico regionale.

“Pur esprimendo qualche riserva sull'abbinamento della Città Metropolitana di Bologna e della provincia di Modena rispetto alla volontà ed effettiva praticabilità di integrazione di comuni politiche di promozione turistica tra le due diverse realtà territoriali, che però sarebbe un risultato storico – prosegue Massari – abbiamo sempre pensato che le nuove destinazioni potranno rappresentare un valido strumento a disposizione degli operatori privati e degli amministratori pubblici per una più incisiva promozione dei territori a vocazione turistica”.

“Tutto ciò – conclude il presidente di FederCultura Turismo Sport – potrà favorire la ripresa e lo sviluppo del settore dell'accoglienza e dell'ospitalità in Emilia Romagna grazie alla sempre maggiore integrazione e collaborazione tra pubblico e privato, caratteristica specifica del nostro sistema regionale, che deve trovare ulteriore impulso dall'applicazione della nuova Legge ma anche in un sempre più efficace utilizzo delle risorse regionali destinate alla promozione turistica”.