QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

CONFCOOPERATIVE EMILIA ROMAGNA APPREZZA LA RIFORMA DELL'ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE

23/03/2016 - La nuova legge risponde ai cambiamenti del mercato e punta sulle eccellenze per garantire una migliore valorizzazione dei territori

CONFCOOPERATIVE EMILIA ROMAGNA APPREZZA LA RIFORMA DELL

Confcooperative esprime apprezzamento per la riforma dell'organizzazione turisticaapprovata dall'Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna. 
“Il nostro giudizio è positivo – afferma Lanfranco Massari, presidente regionale di FederCultura Turismo Sport di Confcooperative – in quanto la nuova legge aggiorna norme ormai invecchiate per consentire al sistema turistico regionale di affrontare in modo più competitivo i cambiamenti del mercato turistico. Passando dalla promozione del solo “prodotto turistico” alla valorizzazione delle destinazioni si possono tra loro integrare le tante eccellenze regionali e così rendere più attraenti i territori locali”. 
“Questo ordinamento – prosegue Massari – definisce un nuovo approccio ai mercati nazionali ed internazionali e può consentire efficaci azioni di marketing territoriale e maggiore competitività delle nostre mete per lo sviluppo dell'intera regione”.
La legge istituisce infatti le “Destinazioni turistiche” in coerenza con le disposizioni sul riordino istituzionale e amministrativo regionale.
“Un altro motivo di soddisfazione – sottolinea il presidente regionale di FederCultura Turismo Sport – è il rafforzamento di alcuni punti chiave della normativa precedente, tra cui, in particolare, la collaborazione tra pubblico e privato. A questo proposito, la riforma della LR 7/98, approvata dopo un ampio confronto partecipato dall'Assessore al Turismo, Andrea Corsini, prevede la cooperazione territoriale per coniugare le strategie promozionali degli Enti locali con la realizzazione dei progetti di commercializzazione da parte del sistema delle imprese”.