QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

CONFCOOPERATIVE EMILIA ROMAGNA INCONTRA I VERTICI DELL'AGENZIA DEL DEMANIO

“Valorizzare e collaborare: patrimonio immobiliare pubblico nuove opportunità di sviluppo” è il tema al centro dell'appuntamento in programma Venerdì 22 settembre, a Bologna, alle ore 10.00, presso il Palazzo della Cooperazione (Via Calzoni, 1/3 – Sala Giovanni Bersani) 

CONFCOOPERATIVE EMILIA ROMAGNA INCONTRA I VERTICI DELL

“Valorizzare e collaborare: patrimonio immobiliare pubblico nuove opportunità di sviluppo”: si incentrerà su questo tema l'incontro con l'Agenzia del Demanio in programma Venerdì 22 settembre, a Bologna, alle ore 10.00, presso il Palazzo della Cooperazione (Via Calzoni, 1/3 – Sala Giovanni Bersani). L'obiettivo è conoscere le opportunità offerte nei vari settori della cooperazione e per delineare possibili scenari futuri di collaborazione.

Perseguendo la strategia di dialogo e di collaborazione, al fine di creare nuove possibilità di sviluppo e di innovazione per le imprese cooperative, Confcooperative Emilia Romagna ha colto l'occasione della pubblicazione del Bando “Cammini e Percorsi”, in cui si assegnano 43 immobili pubblici in concessione gratuita per 9 anni ad imprese, cooperative e associazioni costituite in prevalenza da under 40, come previsto dal D.L. Turismo e Cultura (D.L. 31.5.2014, n. 83), per organizzare questo incontro, in collaborazione con Confcooperative Nazionale.

All'incontro, introdotto da Francesco Milza (Presidente Confcooperative Emilia Romagna), saranno presenti il Direttore Regionale ER dell'Agenzia del Demanio Antonio Ottavio Ficchì – che parlerà del tema “Le opportunità offerte dall'Agenzia del Demanio:  Il Bando “Cammini e Percorsi”, Il progetto su Fari, Torri ed edifici costieri: “Valore Paese Fari”,  L'iniziativa sui terreni agricoli:“ Terre Vive”,  Strumenti amministrativi e normativi” –,  il Direttore dell'Agenzia del Demanio Roberto Reggi (“La valorizzazione e la rigenerazione del patrimonio immobiliare pubblico quale volano economico e sociale del Paese”), il Segretario generale di Cittadinanza Attiva Antonio Gaudioso  (“Il contesto sociale: elemento fondamentale per il progresso”), il vescovo emerito di Fidenza Mons. Carlo Mazza (“Beni e attività Diocesane: uno sguardo al futuro”). Le conclusioni saranno  affidate a Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative.

All'importante occasione di confronto e di approfondimento delle attuali possibilità, sono invitate le imprese cooperative di tutte le Federazioni di Confcooperative Emilia Romagna.

 

Per qualsiasi chiarimento è disponibile Gianluca Bariola (bariola.g@confcooperative.it).