QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO DELL'EMILIA ROMAGNA: CRESCONO RACCOLTA INDIRETTA (8,3%) E IMPIEGHI (0,3%)

I dati illustrati nel corso della 47' Assemblea di Bilancio delle BCC associate alla Federazione regionale

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO DELL

Si è svolta a Bologna, nella sede di Via dei Trattati Comunitari Europei, la 47' Assemblea di Bilancio delle BCC associate alla Federazione delle Banche di Credito Cooperativo dell'Emilia Romagna. Alla presenza di numerosi ospiti e dei rappresentanti delle BCC regionali, Giulio Magagni, Presidente della Federazione regionale (e Presidente nazionale del Gruppo bancario Iccrea), ha presentato i risultati 2016 delle BCC emiliano romagnole, affrontando altresì i principali aspetti della “riforma” del sistema BCC che si completerà, come noto, nella primavera 2018.

Le BCC dell'Emilia Romagna nel 2016 hanno mantenuto la propria posizione di mercato sul versante della intermediazione tradizionale con un tasso di variazione in linea con la media del sistema bancario, confermando una sostanziale stabilità delle quote di mercato. Al 31 dicembre 2016 erano 18 BCC associate (19 con Banca San Marino), 330 sportelli (342 con BSM), 123.439 soci e 2.702 dipendenti, con una competenza territoriale sul 76% dei comuni della regione.

La raccolta diretta (depositi, pct e obbligazioni) ha fatto registrare un calo del -2,2% su base annua, attestandosi a 12.421 milioni di euro; la raccolta indiretta, nello stesso periodo, è stata di 5.825 milioni di euro registrando +8,3%. Gli impieghi hanno fatto segnare uno +0,3% di aumento rispetto al 2015 attestandosi a 11.445 milioni di euro.

L'assemblea è stata preceduta da un ricordo a Giovanni Dalle Fabbriche, nel 25' dalla sua scomparsa, primo presidente della Federazione e “fautore instancabile” di tale nascita, avvenuta nel 1970.

Sono intervenuti il Direttore della sede di Bologna di Banca d'Italia Francesco Trimarchi, Mons. Francesco Rosso e il Presidente nazionale di Confcooperative Maurizio Gardini. L'intervento di chiusura è stato riservato al Presidente di Federcasse Augusto Dell'Erba.